Foto sezione
 
Dettaglio

Raccolta porta a porta dei rifiuti, allarmismo ingiustificato

AASS interviene in merito alla pubblicazione sulla stampa di alcune foto di aree interne del centro di raccolta di San Giovanni. In tutta questa vicenda di “clamoroso” c’è soltanto la volontà di creare un caso sul nulla e di tentare di dare peso alla tesi secondo cui i rifiuti differenziati verrebbero poi uniti a valle della raccolta.

Una comunicazione non corretta, che sarebbe stata evitata semplicemente contattando i referenti di AASS, sempre ben disposti - quando possibile - a dare informazioni e spiegazioni a stampa e cittadini.

Le immagini, scattate evidentemente da qualche addetto ai lavori dato che l’accesso all’area è vietato a tutti gli altri, mostrano due aree adiacenti all’interno del centro di San Giovanni.

La prima mostra un cumulo di materiale che proviene direttamente dalla raccolta porta a porta dell’umido. Anche se può apparire in larga parte costituito da plastica, in realtà per lo più è formato da sacchetti compostabili che sono spesso indistinguibili dai sacchetti in plastica che sono in alcuni casi erroneamente impiegati dagli utenti.

Una volta arrivato a San Giovanni l’umido viene ammassato e lavorato manualmente e meccanicamente, per rimuovere sacchetti di plastica ed altri componenti estranei. Il rifiuto viene quindi miscelato ed avviato a trattamento nelle biocelle per il compostaggio industriale. Al termine del processo il compost viene ulteriormente vagliato per eliminare tutti i residui ed in particolare anche l’eventuale plastica.

La seconda immagine invece mostra un’area in cui era in corso l’analisi merceologica su un campione di rifiuti, che si effettua periodicamente. In particolare si vedono delle cassettine bianche usate per separare il prodotto per tipologia al fine di valutare la qualità del materiale raccolto.

 

AASS ribadisce la massima disponibilità a dare informazioni e delucidazioni, quando possibile, a privati e organi di stampa.


Data 16/10/2019Torna indietro

News

13/01/2020  Bando di Gara per Dispositivi di Protezione Individuale e Abiti da Lavoro, nuovi chiarimenti

Rese pubbliche le risposte a nuovi quesiti posti dalle aziende interessate a partecipare al bando. Prorogato anche il termine di presentazione delle offerte.

02/01/2020  Raccolta porta a porta, ecocalendari 2020 disponibili su sito e app

 La distribuzione agli utenti dei formati cartacei avverrà nel giro di pochi giorni.

31/12/2019  Bando di Gara per Dispositivi di Protezione Individuale e Abiti da Lavoro, pubblicati chiarimenti

Come prevede la norma sono state rese pubbliche le risposte ai nuovi quesiti posti dalle aziende interessate a partecipare al bando.
Nel Rispetto
della Natura