Foto sezione
Ciclo idrico 

Dalle fonti al rubinetto di casa

Le fonti

Ad oggi l’Azienda Autonoma di Stato per i Servizi Pubblici immette in rete circa 10.000 mc di acqua potabile al giorno, pari a 10 milioni di litri . (Clicca qui per vedere i grafici dell'immissione in rete giorno per giorno).

Di questi circa il 60-70% proviene dalla centrale di potabilizzazione di Galavotto, in cui vengono trattate acque provenienti dal fiume Marecchia per circa l’85% e da fonti interne al territorio sammarinese per il 15% circa. Il restante 30-40% dell’acqua distribuita in territorio viene acquistata da Hera spa per circa il 5-10% del fabbisogno, e da Romagna Acque (che gestisce la diga di Ridracoli) per circa il 30%.

La potabilizzazione

Le acque che provengono dalle fonti naturali interne ed esterne al territorio subiscono un trattamento continuo nella centrale acquedotto di potabilizzazione di Galavotto per fare si che siano adatte al consumo umano. Scopri di più.

 

Il percorso fino a casa

Una volta potabilizzata, l’acqua da Galavotto viene pompata nella stazione di Ca’ Moraccino, dove confluisce anche l’acqua proveniente da Romagna Acque, e da qui viene smistata nei 32 serbatoi di zona, sparsi nelle diverse aree del territorio, e attraverso le reti di distribuzione direttamente alle singole utenze.

L’acqua importata da Hera spa invece confluisce in parte in alcune vasche di accumulo periferiche ed in parte direttamente in rete ad un limitato numero di utenze.

 

Manutenzione continua

L’AASS effettua controlli e manutenzioni periodiche a tutta la rete. In particolare gli interventi sono destinati alla ristrutturazione dei serbatoi e alla costruzione e rinnovo delle reti dell’acquedotto in polietilene, che garantisce anche nel medio-lungo periodo una migliore affidabilità sotto molti punti di vista, in particolare verso le utenze. Grazie a questi investimenti le perdite dovute all’invecchiamento delle reti è in costante discesa ed oggi è circa del 16% (in Italia il dato medio è di circa il 40%).


News

13/01/2020  Bando di Gara per Dispositivi di Protezione Individuale e Abiti da Lavoro, nuovi chiarimenti

Rese pubbliche le risposte a nuovi quesiti posti dalle aziende interessate a partecipare al bando. Prorogato anche il termine di presentazione delle offerte.

02/01/2020  Raccolta porta a porta, ecocalendari 2020 disponibili su sito e app

 La distribuzione agli utenti dei formati cartacei avverrà nel giro di pochi giorni.

31/12/2019  Bando di Gara per Dispositivi di Protezione Individuale e Abiti da Lavoro, pubblicati chiarimenti

Come prevede la norma sono state rese pubbliche le risposte ai nuovi quesiti posti dalle aziende interessate a partecipare al bando.
Nel Rispetto
della Natura